PORFIDI - PAVIMENTAZIONI ESTERNE
PAVIMENTAZIONE E SCALA D'INGRESSO IN PALLADIANA DI PORFIDO E MARMO BIANCO CARRARA PAVIMENTAZIONE IN LASTRAME DI PORFIDO BORDO PISCINA IN PIASTRELLE DI PORFIDO E RIVESTIMENTO FONTANA IN PALLADIANA PAVIMENTAZIONE IN CUBETTI DI PORFIDO PERCORSO PEDONALE PERIMETRALE EDIFICIO IN PORFIDO CON BORDO IN MARMO BIANCO CARRARA MARCIAPIEDI IN PORFIDO E MARMO BIANCO CARRARA PAVIMENTAZIONE IN PALLADIANA DI PORFIDO E BOTTICINO PAVIMENTAZIONE E PERCORSI PERIMETRALI EDIFICIO  IN PALLADIANA DI PORFIDO E MARMO BOTTICINO PAVIMENTAZIONE IN CUBETTO DI PORFIDO POSA DECORATIVA PAVIMENTAZIONE IN CUBETTO DI PORFIDO CON POSA DECORATIVA PAVIMENTAZIONE DECORATIVA IN CUBETTO DI PORFIDO PAVIMENTAZIONE IN CUBETTO DI PORFIDO
Tra i materiali naturali e tipici della tradizione costruttiva il porfido occupa sicuramente un posto di eccellenza per le sue doti di qualità e pregi che consentono di classificarlo nella categoria delle pietre da sempre considerate pregiate. Sin dall’antichità esistono testimonianze del suo uso presso le antiche civiltà assira, babilonese,egiziana e romana, assumendo successivamente un forte  significato simbolico per la sua colorazione purpurea con diretto riferimento ad imperatori e papi. I porfidi sono rocce vulcaniche effusive, formati da una pasta vetrosa o microcristallina di fondo,prevalentemente di quarzo da cui la denominazione di “porfido quarzifero”, feldspati e miche. In  Italia, più specificatamente in Trentino Alto Adige, esiste una formazione di notevole consistenza, detta piattaforma porfiricaatesina,estesa per circa 7500 kmq., principale bacino di approvvigionamento della IN&OUT Realizzazioni e Design.Le sue caratteristiche fisico-meccaniche,rivelano ottime prestazioni in rapporto alla compressione, abrasione,imbibizione. La colorazione del porfido è legata ai costituenti mineralogici principali, il quarzo ed alcuni feldspati, di base i grigi e i rossi, classificabili per intensità della tonalità dominante, grana superficiale e per il piano, naturale o lavorato. Il porfido, in lastra, trova oggi grande applicazione in architettura come materiale da rivestimento e finitura, mentre in sasso , per i rivestimenti massicci emurature tradizionali. I residui frantumati trovano invece impiego nellaproduzione di inerti per conglomerati bituminosi, calcestruzzi ed altro. Le pavimentazioni sono classificabili sulla base degli elementi geometriciche le realizzano. L’acciottolato, costituito dai cosiddetti “trovanti”,spesso di fiume, sferoidali o elissoidali. Il selciato pavimentazione ottenuta dall’accostamento ad opus incertum o con geometrie complessedi elementi lapidei, di forma cubica o parallelepipeda. Cubetti ,binderi per contornare strade o piazze e smolleri per strade di forte pendenza,sono oggi  gli elementi più utilizzatinella realizzazione di pavimentazione a selciato. Nel lastricato gli elementi in porfido si distinguono lastrame e piastrelle. Il lastrame è costituito da lastre poligonali irregolari, bordi a spacco e superficie in vista a piano naturale di cava. Impiegato nella realizzazione di pavimentazioni esterne e talvolta per rivestimenti con geometria ad opus incertum.  Le piastrelle hanno forma rettangolare con piano naturale e coste a spacco e spigoli smussati, o a piano naturale  con coste segate ortogonali e spigoli vivi .Il lastrame e le piastrelle trovano ampio utilizzo per rivestimenti di pareti tradizionali e “pareti ventilate”, per muri di sostegno e opere idrauliche. Per tutte le Vs. realizzazioni di pavimentazioni esterne e rivestimenti in porfido IN&OUT mette a disposizioni agenti e collaboratori per sopralluoghi e preventivi gratuiti operativi in tutte le Province del Veneto e ovunque ci sia necessità di creare il Vs. spazio esclusivo, per realizzare le Vs. pavimentazioni esterne e rivestimenti in Porfido, palladiana, lastrame, piastrelle, cubetti, smolleri, ciottoli, granulati e tutto quello che ci richiederete per creare i rivestimenti della casa dei Vs. desideri e dei spazi esterni ad essa pertinenti.  
 
 
 
< Categorie